Design e tecnologia al sole

Design e tecnologia al sole

Un bel terrazzo è un’oasi dove trascorrere momenti lieti con tutta la famiglia. Mangiare insieme, festeggiare il compleanno dei bambini, rilassarsi in compagnia di un buon libro. Ma senza una tenda da sole che lo ombreggi adeguatamente, quello stesso terrazzo potrebbe trasformarsi in un forno ed essere inutilizzabile per tante ore al giorno. Specialmente se si abita in un condominio, la scelta delle tende deve essere fatta di comune accordo con tutti i condomini. Di solito la si discute in assemblee di condominio, per decidere il modello e il colore. Un bel tendaggio, che sta bene con la tinteggiatura degli immobili, fa arredamento e può rendere più gradevole alla vista l’intera palazzina dall’esterno. Oggi chi vende le tende è specializzato anche nel consigliare gli abbinamenti di colore più opportuni e i modelli più adatti ai tipi di balconi e di terrazzi. Importante coniugare estetica e innovazione tecnologica. Il bastone da inserire nell’apposito gancio e da girare a mano esiste ancora e c’è chi lo preferisce perché, seppure scomodo, è un sistema “resistente”, che funziona sempre. Ma ormai, per alzare e abbassare il tendaggio, è sufficiente premere un interruttore. Far scendere le tende è diventato semplice come accendere o spegnere la luce. Esistono addirittura modelli di tende che funzionano grazie a una fotocellula e si abbassano quando picchia il sole, per poi sollevarsi al tramonto o quando piove. Utile anche il telecomando che si può usare stando comodamente seduti in poltrona. La domotica prevede anche l’impiego di comandi vocali, con i quali “ordinare” alle tende in quale posizione stare. Un bel tendaggio è uno splendido elemento di arredo di una casa. Non si tratta solo di scegliere un colore al posto di un altro, ma anche la forma e l’impianto della tenda stessa. Di tende da sole ne esistono di tanti tipi diversi. la tenda “a bracci” è quella più utilizzata per i balconi e consente di svolgere il telo attraverso due bracci estensibili. La tenda “a caduta” è quella che scende in verticale e può essere fissata a pavimento o alla ringhiera tramite ganci. Per coprire le finestre, è ottima la tenda “a capottina”, che presenta una forma bombata e fornisce una protezione frontale e laterale. La tenda “a pergolato” fa arredamento ed è ottima da far passare tra le travi e chiudersi e aprirsi a pacchetto, scorrendo all’interno di guide predisposte. Una volta deciso il modello di tenda, la dimensione, la fantasia del tessuto e il tipo di movimentazione è fondamentale affidarsi al personale specializzato per l’installazione. Si, perché una tenda da sole ben posata, oltre a garantire sicurezza all’utilizzatore, funzionerà meglio e sarà più resistente nel tempo. Meglio non improvvisare: un prodotto installato correttamente è sinonimo di tranquillità. Non basta seguire le istruzioni, ma bisogna valutare tutto un insieme di fattori, quali la composizione delle pareti, le dimensioni del balcone, il posizionamento corretto rispetto agli agenti atmosferici e, non ultima, l’attrezzatura a disposizione per il montaggio. Un tecnico specializzato, inoltre, saprà accompagnarvi anche nella scelta, suggerendovi il modello migliore per le vostre esigenze.

Condividi